skip to Main Content

Subagh Kriya

La Subagh Kriya è perfetta per manifestare abbondanza di ogni tipo nella tua vita. Questa Kriya è divisa in cinque passaggi. Ognuno deve essere praticato per uguale durata, per 3 o 11 minuti. Non superate gli 11 minuti. Solamente il primo esercizio di questo kriya può essere praticato singolarmente separato dagli altri esercizi.

Come praticare la Subagh Kriya

Siedi per il tune in con le mani in preghiera di fronte al petto. Rimani a terra con la schiena ben allineata e le gambe incrociate per iniziare la Subagh Kriya.

Esercizio 1

Siedi con la schiena dritta e le braccia di fronte a te a 45 gradi, con le mani dritte ed unite all’altezza della gola ed i palmi rivolti verso il basso. I pollici si incrociano, con il pollice sinistro che va a toccare il punto di intersezione tra indice e pollice destro. Le mani si muovono dal basso verso l’alto, toccando prima tutta la lunghezza della parte interiore e poi di quella esteriore. Cerca di controllare il movimento con decisione e perfezione. Abbiniamo il movimento delle mani con il mantra HAR che sarà cantato con un colpetto deciso del punto navel verso l’interno. Gli occhi sono un decimo aperti e guardano la punta del naso. Allinea bene la schiena ed il collo. Inspira. Per finire. Inspira profondamente, trattieni il respiro. Allinea bene il corpo. Espira e rilassa la postura.Questa meditazione è stata insegnata al ritmo dell’Har Tantrico di Simran Kaur

Esercizio 2

Stendi le braccia in fuori e in alto a un angolo di 60°. Apri al massimo le dita delle mani, i palmi sono rivolti in avanti. Incrocia le braccia davanti a te alternando l’incrocio. I gomiti rimangono dritti, le dita tese e aperte. Questa volta il mantra HAR viene vibrato mentalmente. Inspira profondamente, trattieni il respiro. Allinea bene il corpo. Espira e rilassa la postura.Anche questo movimento è praticato al ritmo dell’Har Tantrico di Simran Kaur, ma questa volta vibrandolo mentalmente.

Esercizio 3

Fai dei pugni chiudendo i pollici all’interno e strizzandoli con forza. Riporta le braccia in alto a 60 gradi. Inizia a fare dei piccoli cerchi all’indietro mentre vibri il mantra GOD con decisione dal punto navel. Le braccia rimangono tese con i gomiti dritti per tutta la durata dell’esercizio, continua a strizzare bene i pollici all’interno dei pugnetti. Muoviti con forza, i cerchi sono così potenti che la colonna vertebrale viene mossa dal movimento e potresti persino sollevarti leggermente da terra.

Esercizio 4

Porta le mani di fronte al diaframma con i palmi rivolti verso il corpo. Gli avambracci sono paralleli al pavimento. Alterna il movimento della mano destra e di quella sinistra tra il cuore e il punto navel mentre vibri il mantra HAR HARE HARI WAHE GURU. Il mantra viene cantato molto profondamente e in monotono dal punto navel per 1 minuto ad alta voce, 1 minuto sussurrato sempre con decisione e profondità, 1 minuto verrà fischiettato.Se state praticando gli esercizi per 11 minuti ognuno, allora vibrerete il mantra ad alta voce per 6 minuti, lo sussurrerete con forza per 3 minuti e poi lo fischierete per 2 minuti.

Esercizio 5

Piega i gomiti e porta l’avambraccio destro sopra il sinistro all’altezza delle spalle, con i palmi delle mani rivolti verso il basso. Mantieni le braccia in questa posizione mentre fai la respirazione da 1 minuto. Inspira per 20 secondi, trattieni per 20 secondi ed espira per 20 secondi. Se non riesci inizia con 10 secondi sempre mantenendo la proporzione. Inspira, espira. Apri le braccia verso il cielo e accogli tutta l’abbondanza dell’universo.

Benefici

  • Apre le porte all’abbondanza
  • Fa sentire più centrati
  • Sviluppa l’intuizione e l’autostima
  • Sviluppa la capacità di ricezione e di apertura
  • Aiuta a fidarsi di se stessi e del divino
  • Apre gli occhi alle opportunità intorno a noi
  • Connette con l’aspetto materiale della realtà
  • Aiuta a manifestare ciò che vogliamo ottenere
Back To Top